L’unghia e la sua idratazione

Le vostre unghie hanno “perso lo smalto”? 😛
Ebbene sì, ma in questo caso lo smalto non c’entra.

Il modo di dire “perdere smalto” significa perdere energia, brillantezza, vivacità. Vi è capitato di vedere le unghie giallastre, rovinate, pallide, opache o addirittura poco resistenti e fragili?
Vediamo come correre ai ripari e ridare il “giusto smalto” alle unghie 😉

Come sono fatte?

Protette dalle cuticole e costituite dal 98% di cheratina e da vitamine, minerali e grassi, le unghie “in forma” hanno una superficie liscia, regolare e levigata, una buona resistenza e un colorito roseo, anche al naturale. 

Quando vengono meno queste caratteristiche, c’è qualcosa che non va e bisogna trovare la causa.

Cosa mina la salute delle unghie?

Un insieme di abitudini sbagliate, stress e cambi di stagione ma anche manicure aggressive e numerosi lavaggi delle mani possono minare la salute delle unghie.

Inoltre, fate attenzione!
Lo stato di salute dell’unghia è collegato al nostro stato di salute. La disidratazione e l’alimentazione scarsa di vitamine e di calcio contribuiscono a peggiorare lo stato di salute dell’unghia.
Unghie brutte, fragili, giallastre, poco resistenti, opache e rovinate possono essere il primo campanello d’allarme.

Sintomi

Per esempio, un’unghia fragile potrebbe essere sinonimo di carenza di vitamine A, B6 ed E, ma anche di sali minerali come ferro, selenio, rame e zinco.
L’anemia potrebbe creare degli avvallamenti nell’unghia, mentre la mancanza di ferro è segnalata dalla forma a cucchiaio.
Come abbiamo anticipato, l’uso sproporzionato di detersivi, sostanze chimiche, solventi e smalti, la disidratazione e una malnutrizione rovinano e maltrattano l’unghia. Cattive abitudini come mangiarsi le unghie (onicofagia) e strapparsi le pellicine (cuticole) indeboliscono l’unghia.

Come dare nuova linfa alle unghie indebolite?

Esistono numerose soluzioni per dare una nuova luce alle unghie, dai consigli della nonna agli smalti di ultima generazione, passando per una corretta alimentazione ricca di sali minerali e vitamine e una buona idratazione.

Vediamo insieme come “nutrire” e “idratare” le unghie.

Come natura le ha fatte

Ogni tanto, anche le unghie hanno bisogno di essere libere, senza smalti.
Lo smalto non fa “respirare” l’unghia, la indebolisce e la rende fragile. Cercate di lasciarle “libere” il più possibile e, se vi piace tanto lo smalto, applicate quello fortificante, che aumenta la resistenza dell’unghia.

Il corretto taglio

Le unghie troppo lunghe aumentano il rischio di rottura e l’insorgere di infezioni.
Il miglior strumento sono le lime delicate (non in ferro!), mentre forbicine, tronchesine e tagliaunghie rischiano di danneggiare l’unghia e di rompere la lamina ungueale. Usate la lima in una sola direzione, per non rovinare l’unghia.

Scudo protettivo

Le pulizie di casa vanno fatte sempre indossando i guanti, in quanto acqua e detersivi sono un connubio perfetto per rovinare la pelle e le unghie.
Anche l’unghia, infatti, ha bisogno di una “protezione quotidiana”, che può essere creata da oli nutrienti e/o creme idratanti.
Pulite le unghie con regolarità, asciugate bene le mani e i piedi dopo aver fatto il bagno o la doccia e usate calzini di cotone che permettono di assorbire umidità, evitando l’insorgere di infezioni fungine.
Evitate i bagni troppo caldi e gli sbalzi repentini di temperatura.
Infine, indossate i guanti per proteggere le unghie dal freddo, evitando le fissure della pelle.
Prestate attenzione anche alle cuticole: tagliarle eccessivamente o strapparle favorisce l’entrata dei microrganismi.

Prodotti specifici

L’applicazione saltuaria di prodotti specifici non fa i miracoli😛
Per curare le unghie e mantenerle in salute, le soluzioni specifiche vanno applicate con costanza e cura.
Gli smalti rinforzanti, composti da vitamina A e C, rendono forti le unghie, mentre gli smalti ricchi di acido ialuronico e olio di argan uniscono le unghie spezzate e rinforzano quelle fragili.

Alimentazione corretta

Le unghie brutte possono riflettere un’alimentazione scorretta, scarsa di vitamine e calcio. Alimenti come salmone, avocado, tuorlo d’uovo, noci, latticini e lievito sono ricchi di biotina, la vitamina che agevola lo sviluppo della cheratina di cui sono composte le unghie.
L’unghia ha bisogno di proteine, calcio e sali minerali. 
Le proteine si trovano nella carne rossa e bianca, nel pesce, nei legumi e nei cereali integrali; il calcio è presente nei formaggi; i sali minerali abbondano nella frutta fresca e secca e nella verdura.

I consigli di nonna e le soluzioni homemade

Nonna consiglia l’impacco di olio di oliva e succo di limone perché l’olio rende le unghie forti, resistenti e nello stesso tempo più elastiche. In una ciotolina, mettete due cucchiaini di olio e un cucchiaino di succo di limone. Massaggiate le unghie e mettetevi dei guanti di cotone per facilitare l’assorbimento del composto per circa mezz’ora.
Fatelo più volte alla settimana, ci vuole costanza. 
Un’altra soluzione è lo smalto di olio di oliva e olio di ricino, una soluzione super fortificante. Prendete una boccetta e inserite la stessa quantità dei due olii.
Stendete lo smalto su tutte le unghie.
Ci sono altri rimedi naturali a base di limone, acqua e sale, olio di oliva, aglio e yogurt.
Per ridare luminosità alle unghie, lasciatele immerse in una ciotola d’acqua salata e succo di limone per 10 minuti ogni giorno.
Per nutrire e idratare le unghie, massaggiatele con un composto di yogurt e olio di oliva.
Per fortificarle, l’aglio è la soluzione. Basta strofinarlo e lasciarlo in posa per qualche minuto.
Il momento migliore per rimettere in salute le unghie è la notte. Maschere a base di acido ialuronico, allantoina, amminoacidi vegetali e burro di karité, nutrono e idratano l’unghia.

Le unghie devono “bere”

Anche per le unghie, l’acqua riveste un ruolo fondamentale rendendole flessibili e resistenti. Mediamente l’unghia contiene dal 5% al 30% di acqua.
Ma fate attenzione: l’iperidratazione rende l’unghia troppo tenera e flessibile, mentre la disidratazione la rende più friabile.
Come inizia l’idratazione delle unghie? Vediamolo assieme!

Idratazione interna

L’idratazione inizia da dentro, bevendo un’acqua ricca di sali minerali.
E se ti dicessimo che i nostri dispositivi Aquamed depurano l’acqua del tuo rubinetto e forniscono un’acqua ricca di minerali, essenziali per la tua salute, compresa quella delle tue unghie🙂?
Magnesio, sodio e calcio portano notevoli benefici.

Idratazione esterna

Anche “l’idratazione esterna” ha un ruolo cruciale.
Le maschere idratanti nutrono le unghie, mantenendole sane e morbide. Dopo aver applicato la maschera, indossate dei guanti di cotone così faciliti l’assorbimento delle sostanze nutritive e non ungi gli oggetti. 
Una soluzione super naturale, rigenerante e idratante, è l’aloe vera. Diluite un cucchiaino di aloe con delle gocce di olio di oliva, prendete un dischetto di cotone e imbevetelo nel liquido e passatelo su ogni unghia.

Cosa aspetti?

Per dare nuova linfa alle unghie, bisogna volersi bene. 
Ricordiamoci che il benessere è una “routine quotidiana”.
Un’acqua buona, senza cloro e inquinanti, ricca di sali minerali è un toccasana per la salute e per quella delle unghie.
Per iniziare la nuova abitudine con il giusto spirito, chiedeteci maggiori informazioni sui nostri dispositivi a uso domestico QUI
E per approfondire altre tematiche, c’è il nostro blog!