Cosa bere e quanto bere in gravidanza?

L’idratazione e l’alimentazione sono fondamentali per la nostra vita e per il nostro benessere fisico. E lo diventano ancora di più per le donne in gravidanza!

Infatti, le cellule del nostro corpo vanno nutrite, idratate e ossigenate. Ed è proprio attraverso l’idratazione che i nutrienti raggiungono le cellule.

Quando la donna “ospita” un’altra creatura, è ancora più importante promuovere l’idratazione.

Infatti, gli effetti di una scarsa idratazione in gravidanza sono molteplici e non riguardano solo la salute e il benessere della donna, ma anche quello del feto.

Quanto bere in gravidanza?

Il consiglio più diffuso è quello di bere circa 10 bicchieri al giorno (quindi circa 2 litri). 

Anche se può risultare difficoltoso bere quasi 2 litri tutti i giorni – in particolare per chi soffre di nausee gravidiche – è importante che le cellule non risultino affaticate dalla carenza d’acqua.

Sarebbe importante, quindi, impegnarsi per raggiungere il quantitativo di liquidi raccomandato.

Cosa bere in gravidanza?

Prima di tutto, è importante capire quali bevande prediligere.

In gravidanza (e non solo!) l’acqua deve essere la fonte principale di idratazione.

Anche se può risultare difficoltoso – in particolare per chi soffre di nausee gravidiche – è importante assicurarsi un adeguato apporto di liquidi.

Chi è soggetto a nausea o a difficoltà digestive, può bere piccoli sorsi d’acqua e molto spesso, meglio ancora se di acqua frizzante o di acqua con del limone fresco, perché aiutano a tenere a bada i sintomi.

Sarebbe opportuno, inoltre, evitare troppe bevande zuccherate e prediligere l’acqua priva di cloro, come quella erogata dai dispositivi per depurare l’acqua del rubinetto.

Via libera anche a infusi e tisane, meglio se di estratti naturali che favoriscono il rilassamento, la digestione e il drenaggio dei liquidi.

Camomilla, finocchio e valeriana, quindi, possono essere ottimi alleati per stare meglio anche in dolce attesa!

Molta attenzione, invece, va prestata al tè non deteinato e alla caffeina.

L’ACOG (American College of Obstetricians and Gynecologists), infatti, raccomanda alle donne in gravidanza di non superare la dose giornaliera di 200 mg (circa 3 tazzine di caffè espresso o 2 tazzine di caffè di moka).

Anche gli estratti di verdura, ricchi di vitamine e sali minerali, sono consigliati e aiutano a raggiungere il quantitativo di liquidi necessario.

Un nostro consiglio è quello di allungarli con un po’ d’acqua pura  per rendere il loro sapore meno intenso e per assumere con più facilità una maggiore quantità di liquidi.

Nel prossimo articolo vedremo dettagliatamente I BENEFICI DELL’ACQUA PER LE DONNE IN GRAVIDANZA.

Metti “mi piace” alla nostra pagina facebook per non perdertelo!